Gita a Basicò per la rinomata Sagra della Provola

Lo scorso 19 agosto, in occasione della rinomata Sagra della Provola Basicotana, la nostra associazione ha organizzato la propria uscita estiva, finalizzata alla conoscenza dei piccoli borghi che costellano il territorio dell’Arcidiocesi di Messina Lipari Santa Lucia del Mela. In particolare nell’ambito dell’Anno del cibo, anno speciale per la tradizione gastronomica e culinaria del Belpaese, iniziativa voluta dai Ministeri delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e dei Beni Culturali e del Turismo per tutto il 2018. 

Non potevamo non dedicare questa nostra uscita ad una delle tradizioni che più caratterizzano le produzioni gastronomiche presenti in provincia: la lavorazione della Provola nel borgo nebroideo di Basicò.

Il Borgo di Basicò è sito a solo 12 km dall’Uscita autostradale di Falcone (A 20) 450 mt s.l.m., dal quale si gode una splendida vista sul golfo di Milazzo e sull’incantevole arcipelago eoliano e tutt’attorno una viva memoria storica, tramandata per secoli e rimasta impressa nell’andamento tortuoso dei vicoli, delle piazze, dei quartieri, è il luogo ideale per godere di un turismo sostenibile, naturalistico ed escursionistico. Basicò, senza dubbio, e’ un luogo in cui il tempo acquista una dimensione particolare, giocata attraverso la trama fitta di continui rimandi che rimbalzano dal Medioevo al Settecento, all’antichità preellenica.

L’occasione è stata preziosa per far conoscere ai nostri amici e soci la bellezza di questi luoghi, inseriti all’interno di un circuito già interessato da importanti riconoscimenti, non ultimo quello alla vicina cittadina di Montalbano Elicona, eletta dalla trasmissione Rai Alle falde del Kilimangiaro Borgo dei Borghi 2017. Accompagnati dalla nostra presidente Valentina Todesco nella conoscenza storica del borgo con la visita al Palazzo Baronale e dalla socia Giovanna Oliva nello specifico delle testimonianze religiose, tra queste in particolare le opere custodite nella Chiesa parrocchiale di San Francesco d’Assisi, ed ivi il Simulacro di Maria SS di Basicò. Il gruppo ha visitato così il centro abitato e conosciuto più da vicino le varie lavorazioni della provola, che abbiamo avuto il piacere di apprezzare direttamente. Lavorazione ben descritta nel sito a cura del Comune di Basicò www.sagradellaprovola.it ed i cui sono presenti anche accenni storici e caratteristiche del territorio.

Esposizione oggetti sacri in argento custoditi nel piccolo museo all’interno della Chiesa madre dedicata a San Francesco d’Assisi.

Ringraziamo per la speciale accoglienza riservataci l’Assessore comunale alla Cultura Filippo Cadili, a cui ci lega speciale amicizia.

Testimonianza diretta di un residente che spontaneamente si è unito al nostro gruppo, offrendoci ulteriori informazioni su Basicò e sulle famiglie baronali succedutesi fino all’Unità d’Italia.