Da sx: Francesco Polizzotti, Rosanna Caminiti, Valentina Todesco, Giovanna Oliva, Adriana Cannaò, Mariantonietta De Salvo.

ExperDei”, una fusione dei due termini latini experientia e Dei, genitivo del sostantivo “Deus – dei”, ma anche parte finale del genitivo di “fides – fidei”, fede. Esperienza di fede, dunque, ma anche esperienza di Dio, che si svela e si fa conoscere anche grazie a tanti cammini e peregrinazioni verso luoghi sacri e della fede. Inoltre il verbo experiri, sempre dal latino, traduce i nostri verbi “provare su di sé” e “sperimentare”, e dal suo participio passato, che oggi è “experito” ma che in passato era “experto”, deriva l’aggettivo “esperto” nella nostra lingua. “Esperire” vuol dire dunque sperimentare, ma partendo da competenze concrete.

Nata come segno e compimento di un percorso di confronto e formazione all’interno dell’esperienza del Progetto Policoro dell’Arcidiocesi di Messina – Lipari – S. Lucia del Mela, l’Associazione culturale no profit ExperDei si caratterizza nel proposito di promuovere, curare e rafforzare la ricchezza del patrimonio di fede dei luoghi che insistono nel territorio della provincia di Messina, ed in generale dei diversi attrattori turistici ad essi collegati.

L’Associazione considera la cultura quale luogo privilegiato della nuova evangelizzazione e abbraccia i valori di un autentico umanesimo cristiano, che possono essere ancora oggi recuperati nelle forme di espressione artistica e monumentale del genio locale, molte delle quali rivelatrici della presenza di Dio. Essa promuove e realizza un progetto culturale, educativo e di formazione integrale della persona, secondo la concezione dell’Uomo e della vita proposto dalla visione cristiana, agendo nei settori della tutela del patrimonio artistico, dello studio correlato, del turismo religioso e culturale e del tempo libero.

Si propone di organizzare sul territorio il “viaggiare turistico” nel quale si evidenzia in modo eminente la caratterizzazione “religiosa”, relativa al trascendente, intendendo assicurare la possibilità  di fare turismo a tutti, ispirandosi così al turismo sociale e favorendone la crescita personale e il diritto di tutte le persone di arricchire la propria personalità  attraverso la scoperta e conoscenza di luoghi e culture diverse, e di incontrare altre persone, dialogando con le stesse. Per l’associazione, il bene culturale diventa così elemento cardine dello sviluppo locale. Essa si impegna a realizzare iniziative utili perché il valore artistico e monumentale sia anche fattore di aggregazione e di riscoperta del senso di appartenenza della comunità.

L’associazione si ispira al turismo sociale e di comunità intendendo assicurare la possibilità di fare turismo a tutti, favorendo la crescita personale e il diritto di tutti di arricchire la propria personalità attraverso la scoperta e la conoscenza di luoghi e culture diverse, di incontrare altre persone, dialogando con le stesse Comunità ospitanti.

L’Associazione realizza un progetto culturale, educativo e di formazione integrale della persona attraverso attività di solidarietà sociale e di promozione umana e cristiana, agendo nei settori della tutela del patrimonio artistico, della gestione e valorizzazione di beni culturali ed ecclesiali, dello studio correlato, del turismo religioso-culturale e del tempo libero. Si muove sul piano locale, regionale e nazionale, nel promuovere azioni di sistema secondo un modello di valorizzazione del patrimonio culturale ed identitario del territorio in cui opera, capace di generare ricadute sociali ed economiche, di contribuire allo sviluppo locale, di assicurare managerialità e professionalità nelle azioni messe in campo. L’associazione si richiama all’esperienza dell’Economia civile e guarda al bene culturale quale elemento cardine dello sviluppo locale ed integrale delle comunità perché si inneschino processi finalizzati a nuove opportunità per un futuro migliore dei territori.

L’associazione, agendo principalmente come realtà ispirata alla promozione sociale, promuove e favorisce percorsi di inserimento socio-lavorativo, di formazione, di progettazione sociale, di valorizzazione delle differenze e alterità.

L’Associazione è registrata presso l’Agenzia delle Entrate di Messina, Atto registrato a Messina il 30 gennaio 2017, n.190, serie 3.